Bologna Children’s Book Fair 2018: oltre 27 mila le presenze totali

Annunciata la prossima edizione, dal 25 al 28 marzo 2019, e la Svizzera sarà il paese ospite.

Bologna Children’s Book Fair – tenutasi dal 26 al 29 marzo a BolognaFiere – è tornata con la 55^ edizione a confermare numeri ancora una volta in crescita: sono 27.642 le presenze totali (+3% rispetto al 2017), con 12.403 esteri (+6% rispetto al 2017). Oltre 20 mila metri quadrati, 1.390 espositori (110 in più rispetto al 2017, con un +8,6%) provenienti da oltre 77 Paesi e regioni del mondo: BolognaFiere ha accolto per 4 giorni nei propri padiglioni professionisti del mondo dell’editoria per ragazzi provenienti da tutto il mondo, illustratori, autori, espositori, editori, operatori, artisti, bibliotecari, insegnanti, produttori e sviluppatori, riconfermando ancora una volta il proprio ruolo di Fiera internazionale più importante del settore.

Annunciata già durante la scorsa edizione New York Right’s Fair, la nuova manifestazione dedicata allo scambio e alla vendita dei diritti d’autore in ambito editoriale si terrà dal 30 maggio al 1° giugno 2018 a New York. Un appuntamento che sarà occasione di incontro tra editori e agenti americani e i loro colleghi di tutto il mondo. Tra i partner strategici, con sede negli Stati Uniti, che contribuiranno alla portata mondiale dell’evento figura Publishers Weekly PW, la piattaforma internazionale di informazione per il settore dell’editoria, co-sponsor assieme a BolognaFiere e alla Bologna Children’s Book Fair dell’iniziativa Global Kids Connect (NYC). Fra i partner anche Combined Book Exhibit e PubMatch, la maggiore piattaforma on-line per lo scambio dei diritti.

Presentata, invece, durante il primo giorno di Fiera, lunedì 26 marzo, la nuova collaborazione tra Bologna Children’s Book Fair e China Shanghai International Children’s Book Fair, finalizzata all’organizzazione della prossima edizione della Fiera, che si terrà a Shanghai dal 9 all’11 novembre 2018, e a confermarne il ruolo di appuntamento leader del settore nell’area dell’Asia Pacific.

Straordinario successo anche per la Mostra Illustratori 2018 riproposta, dopo l’apprezzamento di pubblico rilevato nella passata edizione, nel particolare allestimento che vede le opere disposte orizzontalmente sui tavoli, così come vengono presentate alla giuria internazionale per la selezione.La visibilità della Mostra Illustratori si conferma anche quest’anno con il tour biennale che la porterà in giro per il mondo con tappe, tra le altre, in Giappone e in Cina.

Partecipazione entusiasta anche per gli oltre 250 appuntamenti svoltisi in Fiera, a partire da quelli proposti da Bologna Children’s Book Fair. Primo fra tutti il convegno organizzato in collaborazione con il  New York Times in occasione del 65esimo anniversario del Best Illustrated Children’s Books Award e, ancora, la conferenza internazionale dedicata ai Children’s Books On Art, Architecture & Design, il grande appuntamento in ricordo di Carla Poesio, il congresso delle Librerie Indipendenti Europee, l’incontro sugli audiobook, il Dust or Magic, organizzato in collaborazione con l’americanaChildren’s Technology Review, e la tavola rotonda Identity and Diversity of Latin American Illustration.

Oltre 6 mila sono gli illustratori che hanno partecipato entusiasti alle attività dell’Illustrators Survival Corner, che si conferma anche quest’anno uno spazio dove gli artisti, soprattutto i più giovani, possono incontrare esperti del settore per scambiare idee ed esperienze.

Successo anche per gli eventi di BOOM! Crescere nei libri, che proseguiranno ancora in città fino al 31 marzo. 

Accreditati alla Bologna Children’s Book Fair 2018 oltre 720 giornalisti di cui 200 stranieri da 38 Paesi. Si è registrata la presenza di inviati da tutta Europa e poi dall’Asia – dai Paesi del Medio Oriente al Bangladesh, fino al Giappone – dall’Africa, dall’America – dagli Stati Uniti, al Brasile, al Cile. Folta naturalmente la rappresentanza di operatori della stampa provenienti dalla Cina, Paese Ospite della manifestazione. Di altissimo livello la copertura mediatica che ha coinvolto con dirette e servizi le televisioni e le radio nazionali ed estere, i quotidiani, i periodici e la stampa specializzata internazionale, oltre che centinaia di testate web. Sono più di 1.000 ad oggi gli articoli pubblicati, con alcuni focus dei maggiori quotidiani a valorizzare l’ampia proposta editoriale del 2018. Tra gli altri, The Bookseller (Gran Bretagna) e Publishers Weekly (USA), due tra i leader dell’editoria professionale dedicata al mondo del libro, hanno realizzato daily magazine per raccontare la Fiera e i tanti appuntamenti quotidiani.

La Piattaforma Digital della Bologna Children’s Book Fair si conferma in questa edizione come hub integrato di strumenti e servizi online capaci di amplificare e ottimizzare l’esperienza BCBF. Oltre 1 milione le visualizzazioni al sito della manifestazione135.000 utenti unici, il 61% dei qualiesteri, live streaming con picchi di oltre 5.000 visualizzazioni, 85.000 utenti registrati ai servizi online, raggiunti e aggiornati attraverso le attività redazionali di e-mail marketing tutto l’anno. 6 i canali social attivi che si confermano come punto di riferimento della community internazionale, raggiungendo un seguito di oltre 42.000 professionisti su Facebook, 10.000 su Twitter e 22.000 su Instagram (posizione leader tra i player internazionali per questo canale). Durante la manifestazione si sono registrati oltre 125.000 tra likes, shares e interazioni. Infine l’App BCBF 2018, che raggiunge importanti consensi registrando oltre 2.000 download.

La 56esima edizione della Bologna Children’s Book Fair è attesa nel 2019 dal 25 al 28 marzo, con la Svizzera Paese Ospite d’Onore.