Obiettivi e scenari del Children Global Media Summit

Il futuro per l’ambito children e i media sono il tema principale del prossimo Children’s Global Media Summit 2017.

Il Children’s Global Media Summit 2017 si svolgerà a Manchester (Regno Unito) dal 5 al 7 dicembre 2017. Il Summit, prima conosciuto come “World Summit on Media for Children”, fu fondato nel 1995 per contribuire a garantire il futuro della programmazione per bambini in un mondo in rapida evoluzione. Il Summit si tiene ogni tre anni, e la sua prima edizione si svolse a Melbourne, in Australia. In seguito, il vertice si è tenuto in Grecia, Brasile, Sudafrica e Svezia. Londra lo ha ospitato nel 1998 e l’ultima città in cui si è tenuto l’evento è stata Kuala Lumpur, Malesia nel 2014. L’obiettivo principale del World Summit è monitorare lo sviluppo dei media per bambini e il ruolo dei media nell’educazione e nella crescita dei bambini. I principali temi globali legati al settore children e al panorama dei media sono al centro degli argomenti del Summit.

Quest’anno, la BBC ospiterà l’ottava edizione del Summit a Manchester, con la Direttrice dell’area Children Alice Webb in veste di presidente del summit, e il direttore generale Tony Hall che aprirà i lavori.

I delegati provengono da Stati Uniti, Australia, India, Giappone, Cina, Europa e Africa. Sono rappresentati quasi 36 diversi paesi.

La line-up dei relatori comprende leader di organizzazioni e marchi come ABC, DHX Media, Disney, Dubit, Endemol Shine, Facebook, Fremantle Kids, Google, Intel, Minecraft, NBC Universal, Netflix, NHK, Nickelodeon, ParentZone, PBS, Sesame Workshop , TalkTalk, Tech City UK, Premier League, Viacom Africa e Zodiak Kids.

I contenuti del Summit lungo i tre giorni si articoleranno in cinque temi: empowerment, innovazione, istruzione, entertainment e libertà.

Ogni Summit ha il suo slogan e tema principale. A Manchester sarà Generation U: The future of media for an Unlimited Generation. Questo tema si basa sul concetto che le generazioni attuali e future di bambini stanno crescendo con l’aspettativa che i media siano sempre on demand. Per loro, il mondo digitale diventerà senza limiti o fine, una risorsa completamente illimitata con possibilità illimitate. Per questa nuova generazione, i loro bisogni e le loro esperienze sarà necessario rompere le regole e ripensare l’approccio in futuro. Il Summit è un’occasione unica e meravigliosa per condividere tutto questo insieme ai principali attori chiave nei settori dell’entertainment e del digitale.

Sarah Baynes, Executive Summit Director

Per saperne di più, LM ha intervistato Sarah Baynes, Executive Summit Director.

LM. Qual è l’obiettivo principale di questo Global Children’s Media Summit?

Lo scopo del Summit è guardare non solo a dove siamo ora, o dove saremo nei prossimi due anni, ma ancora più avanti nel futuro. Il Digital ha cambiato tutto nei media per bambini negli ultimi anni e il Summit esaminerà le prospettive della Generation U, una generazione che è cresciuta senza limiti digitali e le cui aspettative continuano a crescere.

Metteremo insieme creatori di contenuti, fornitori di piattaforme e policy makers per vedere come possiamo modulare il futuro insieme. Abbiamo un’incredibile line up di relatori che ci aiuteranno a pensare in modo diverso e ad affrontare le varie scommesse che ci si presentano, aprendoci la strada per creare un futuro digitale adeguato per i nostri ragazzi. Vogliamo che tutti partecipino al dibattito e lascino il Summit con una chiara visione del loro ruolo negli sviluppi futuri. Ciò contribuirà anche a plasmare le proprie strategie di business nel futuro.

LM. Quanti delegati vi aspettate e come sarà strutturato il programma?

SB. Ospiteremo oltre 130 relatori. Ci saranno pochi relatori per ogni sessione ma molti dibattiti sul palco. Vogliamo davvero che le persone parlino da paesi diversi e condividano i loro pensieri ed esperienze. Per ogni argomento principale del summit (empowerment, innovazione, educazione, entertainment e libertà) ci concentreremo sul suo futuro. Ogni sessione si concluderà con un dibattito per dare voce a tutti e incoraggiare la condivisione delle informazioni. Ogni dibattito sarà un mix di paesi e ci chiederemo che cosa stiamo facendo per garantire una solida base per i bambini in futuro. La rivoluzione tecnologica sta accadendo ora e vogliamo capire come possiamo diventare più consapevoli di questo cambiamento e costruire ulteriori strumenti per i media delle future generazioni di bambini.

Per maggiori informazioni: www.cgms17.com / Twitter @CGMS2017