Le marche leader nell’entertainment stanno perdendo delle opportunità di vendita

L’ultimo sondaggio di BrandTrends, condotto in 42 paesi di tutto il mondo, ha rivelato alcuni risultati sorprendenti, soprattutto per quel che riguarda il come le licenze chiave vengono vendute al target ragazze – e dove molti brand stanno perdendo occasioni di vendita.

Dai risultati più recenti risulta che i brand di entertainment che si sono classificati più in alto nel Brand Popularity Index (BPI) per le ragazze francesi dai sette ai nove anni sono: Minions, L’Era Glaciale, Lego, Playmobil, Lego Friends, Disney Princess e Frozen.

In termini di future intenzioni di acquisto (Future Purchase Intentions – FPI), più del 75% delle ragazze vorrebbe un prodotto Frozen (il marchio preferito in generale) e circa il 70% avrebbe spinto per un prodotto Disney Princess. Questo dato non è del tutto sorprendente, in quanto questi marchi sono commercializzati rivolgendosi nello specifico alle ragazze. Invece, nonostante marchi quali Minions, Ice Age e Lego, siano tutti alti nella classifica dell’indice di popolarità di marca, non si comportano così bene quando si tratta delle future intenzioni di acquisto delle ragazze.

Ad esempio, meno del 45% delle ragazze considererebbe l’acquisto di un prodotto con licenza Minions, nonostante sia il secondo brand di entertainment più popolare. A Kidz Global, si sarebbero aspettati una percentuale di circa il 65%. Questa è una differenza netta. Lo stesso vale per Gulli, che è il secondo brand più popolare e in quasi alla stessa posizione dei Minions. Per l’Era Glaciale, la percentuale ammontava solo al 50%, nonostante sia al quarto posto per la sua popolarità.

I marchi che le ragazze avevano più probabilità di acquistare includono Frozen, Disney Princess, Lego Friends, Barbie e Disney Fairies/Tinkerbell, nonostante la maggior parte di questi non sia così popolare. Quindi, cosa è successo per causare tutto ciò?

Questo è accaduto perché i marchi Minions, Ice Age e Lego non vengono stoccati sugli scaffali con le stesse quantità di licenze rispetto alle altre marche destinate al target ragazze” ha affermato Philippe Guinaudeau, CEO di Kidz Global. “Queste marche non coprono tante categorie di prodotti con le loro licenze, come ad esempio: giocattoli, scatole per il pranzo, bevande, abbigliamento, calzature, pigiami, cartoleria, cibo e tecnologia. Questo è probabilmente dovuto al fatto che molti negozi di giocattoli sono divisi in sezioni rispetto al genere maschio/femmina, e questi marchi sono spesso considerati più vicini al target per ragazzi” ha aggiunto.

I dati sottolineano che mancano i prodotti sugli scaffali, per cui mentre le ragazze sono estremamente entusiaste di questi marchi, i prodotti concessi in licenza non sono per loro disponibili per essere scelti e acquistati. Le marche principali si stanno facendo sfuggire delle opportunità, dando per scontato che il loro cliente non sia interessato a un’ampia gamma di marche e categorie di prodotti. È importante avere questi prodotti esposti sugli scaffali quando un marchio è così popolare, altrimenti si perdono grandi opportunità di guadagno, oltre ad un maggior apprezzamento e consapevolezza del marchio. Ci sono potenziali di vendita elevati per molte licenze, che devono ancora essere sfruttate in modo efficace.

Tags from the story