Al Bologna Licensing Trade Fair 2017 arrivano Willy & Nilly

Le magliette interattive che raccontano storie: un nuovo modo di concepire il (baby) dress telling.

Molto più che una semplice t-shirt: Willy & Nilly introduce un nuovo concept nel mondo kids, un prodotto trasversale tra abbigliamento, gioco creativo, universo narrativo.

Soprattutto, la t-shirt è solo un supporto (il primo), per entrare nel magico Macchiomondo di Willy & Nilly e scoprire che le macchie non sempre sono da rimproverare.

Ci piace definirlo un nuovissimo modo di concepire il (Baby) Dress-Telling. Ogni t-shirt racconta una storia, è capace di inventarne di nuove, e ogni storia racchiude un messaggio: macchiarsi e sporcarsi non è un errore, un fallimento o uno sbaglio, quando fa parte della scoperta e della creazione di qualcosa di proprio.

IL PRODOTTO – Le t-shirt Willy & Nilly sono prodotti di alta qualità, con colori naturali e resistenti ai lavaggi ad alte temperature. Ma sono molto più di un capo di abbigliamento e offrono qualcosa di molto più importante di un semplice decoro. Offrono ai bambini la possibilità di indossare capi personalizzati, con la loro storia. A partire da un concept narrativo dato, essi potranno infatti creare su ogni t-shirt una nuova avventura, frutto della loro immaginazione e fantasia, ogni volta diversa. Il packaging è in formato “libro”, per rimarcare il carattere narrativo-letterario del prodotto. Ogni confezione contiene, oltre alla maglietta, una storia e otto formacchiette. Tre prodotti in 1: abbigliamento, gioco creativo e storia da raccontare. Su ogni t-shirt sarà possibile applicare quattro formacchiette (personaggi, luoghi e oggetti) che diventano parti della storia da inventare, per poi staccarle e ricominciare il gioco. Poiché le formacchiette sono tante e intercambiabili è possibile applicarle creando storie e trame diverse, o scambiarle come se fossero figurine. La linea Willy & Nilly offre un supporto unico e tradizionale, come quello di una t-shirt, da elaborare con personaggi e oggetti proprio come fosse una app, con l’obiettivo di inventare molte storie che coinvolgano anche i genitori. I contenuti quindi sono più ricchi rispetto alle semplici storie di un tempo, che si limitavano a consegnare un messaggio utile alla crescita del bambino. Sono anche più personali perché propongono chiavi di lettura analizzabili con diversi livelli di approfondimento, in base all’età, al contesto sociale e alla preparazione del bambino.

IL CONCEPT – Macchiarsi vuol dire interagire con il mondo! I protagonisti delle storie sono Willy, un ragazzino biondo timido, ma coraggioso quando serve e la sua amichetta Nilly, più esuberante e sempre pronta a lanciarsi in nuove avventure. I due amici passano molto tempo insieme, giocano, scoprono il mondo intorno a loro, pasticciano in cucina o con i pennelli e… inevitabilmente, creano macchie! A quel punto, però, il loro simpatico gatto Spot ha lo straordinario potere di trasformarsi nel magico Macchiopardo e trasportarli, attraverso la macchia, nel Macchiomondo, un universo parallelo dove i due amici vivono avventure strabilianti e sempre nuove. Una chiazza di pomodoro diventa un campo di papaveri dove è nascosto un prezioso tesoro, uno scarabocchio di inchiostro un abisso da sondare a bordo di un sottomarino, le chiazze di terra un deserto da attraversare a gobba di cammello, le gocce di succo di frutta una costellazione da esplorare su una navicella spaziale. Non tutte le macchie sono portali per i Macchiomondi, ma solo alcune, che vengono fiutate da Macchiopardo e che prendono il nome di Formacchiette. Le Formacchiette differiscono dalle altre macchie perché non sono il risultato di un tentativo maldestro, di un errore o di un imprevisto, quanto la conseguenza di un’azione molto particolare: sono macchie indispensabili. Sono le “medaglie” delle macchie, per azioni coraggiose. Sono le “firme” delle macchie, per azioni da artista. Sono le “cicatrici” delle macchie, per azioni di battaglia. Sono “fotografie” delle macchie, per azioni di viaggio ed esplorazione. L’antagonista dei due protagonisti è la Tati, la temibile baby sitter che spesso viene chiamata a sorvegliare i bambini: temibile, è la donna più pignola, ordinata e nemica dello sporco che si sia mai vista sulla terra. È puntigliosa, ha una regola per tutto e, nemmeno a dirlo, detesta le macchie. Per questo si aggira per casa armata di pezza, per cancellare ogni traccia di sporco che incontra. La pezza con cui la baby sitter Tati pulisce è un oggetto magico molto pericoloso per le Formacchiette, perché è in grado di disattivarne il potere con un semplice passaggio. Ma i due piccoli, aiutati dal magico Macchiopardo, riescono sempre ad avere la meglio. Nel mondo di Willy & Nilly l’approccio scelto è quello di un’episodica stratificata, ovvero singole avventure che ogni volta presentano una struttura analoga. Nella progettazione transmediale acquisisce un nuovo e più ricco significato il concetto di punto di vista narrativo. La soggettività non rimane relegata a un singolo punto di osservazione (per quanto, a volte, cangiante), ma si frammenta per offrire una prospettiva multiangolare della storia. Il messaggio che vuole passare è subito comprensibile: le macchie non vanno demonizzate, quando queste sono la conseguenza della scoperta del mondo da parte dei più piccoli. la consapevolezza che sporcarsi può essere divertente, se “ci si sporca” mentre ci si mette alla prova in nuove abilità, dal gioco alle arti manuali, al pasticciare in cucina, o in qualunque attività che stimoli l’apprendimento. Willy & Nilly sono dalla parte dei genitori creativi, quelli che non stanno a disperarsi se il piccolo si sporca, anzi stimolano la sua fantasia e inventano storie intorno alle macchie. Come insegnano i nostri protagonisti, ogni macchia può spalancare le porte dell’immaginazione verso universi sempre nuovi.

IL FORMAT – La t-shirt interattiva è il primo supporto attraverso cui accedere alle avventure di Willy & Nilly e il magico Macchiomondo: personaggi e struttura narrativa sono stati appositamente studiati per essere immediatamente identificabili e trasportabili su altri supporti.

Tags from the story
,